30 giorni di meditazione: la mia esperienza.

Quante volte hai sentito parlare della meditazione?

 

Ogni scrittore, imprenditore, artista, o qualunque altra persona che noi normalmente avremmo definito "persona di successo" ne ha parlato almeno una volta. Per scoprirlo, basta entrare, ad esempio, su Medium: cerca qualunque articolo della serie "Lifestyle", "Self-help" o "Make your dreams come true" e vedrai che quelli più famosi e ben fatti contengono in sé almeno qualche accenno sulla meditazione. Ma perché?

 

Diciamo che troverò 10 minuti al giorno per sedermi e fare nulla. E poi? Come fa questa pratica di 'nullafacenza' a migliorare la mia vita in poche settimane? Troppe domande - poche risposte. Gli articoli su Internet non danno una risposta chiara ed esatta, quindi per scoprirlo, ho scaricato Headspace e ho deciso di mediare per 30 giorni per scoprire tutto ciò che mi interessava sulla meditazione. Perché, non a caso si dice: "If you never try, you'll never know".

Con successo ho completato la sezione Basics, che contiene 30 sessioni, e la quale ti spiega le basi della meditazione, ti indirizza sulla strada giusta e ti aiuta. E oggi, vorrei condividere con voi 10 cose che ho imparato sulla meditazione in questi 30 giorni.

LA MEDITAZIONE NON E' PER TUTTI

O meglio, la meditazione avrà un effetto un po' diverso su ognuno di noi. Se sei predisposto a pensare tanto, hai a che fare con l'ansia ed overthinking, avrai ben altra esperienza da una persona che, magari, generalmente è più spensierata. Io, ad esempio, tendo a pensare troppo, quindi l'effetto della meditazione l'ho notato su di me ben presto: già dopo qualche giorno ci sono riuscita a controllare miei pensieri, non reagire su di essi e saper identificarli. Ovviamente, ciò non significa che ho smesso di pensare o che certe volte non mi perdo nel flusso delle scene improbabili dentro la mia testa. Ma meditazione serve proprio a quello: riuscire a controllare i propri pensieri e non identificarsi con essi.

NON E' COSI' FACILE COME SEMBRA

A primo impatto, uno direbbe (beh, l'ho pensato all'inizio anche io in realtà) che, non è poi così pesante sedersi e fare nulla per una decina di minuti. Cosa c'è di speciale?

E' proprio qui che sia molto importante avere una 'guida', quando stai agli inizi. Perché nel momento in cui ti siedi e chiudi gli occhi, improvvisamente tante domande e tanti pensieri affliggono la tua testa, perché rimanendo "faccia a faccia" con te stesso potrebbe provocare tanti pensieri, anche quelli inutili. E lo scopo della meditazione è esattamente il contrario: silenziare per un po' il flusso dei pensieri e rimanere immobili in totale tranquillità.

MOLTI NON LO CAPIRANNO

Seppure oggigiorno la meditazione sta acquisendo sempre più popolarità, molte persone la guardano con scetticismo. Tant'è vero che quando raccontavo a delle persone che sto meditando per questo "sperimento sociale", i sguardi strani non erano rari. Tuttavia, come in qualunque altro campo della vita, l'ultima cosa che dobbiamo considerare facendo delle scelte è l'opinione altrui. Quindi, se vuoi meditare, ti trovi bene e i benefici di questa pratica sono più importanti per te che i pareri delle persone sconosciute, allora continua a farlo, senza pensarci.

PUOI MEDITARE OVUNQUE

Nonostante che la pratica classica della meditazione consiste nel sedersi su una superficie comoda, rilassarsi e chiudere gli occhi meditando, non è l'unico modo per farlo. In realtà, anche nella vita di ogni giorno si può praticarla, concentrandosi nell'essere presenti nel momento. Ad esempio, in palestra, mentre fai gli esercizi, concentrati su quello che stai facendo, sul respiro, su come si muovono i tuoi muscoli e come funziona il tuo corpo. Puoi praticare questa massima concentrazione sulla presenza e il respiro facendo qualunque cosa: shopping, uscite con gli amici, i servizi in casa, ad esempio. 

MIGLIORA I RAPPORTI INTERPERSONALI

Quante volte ti sei sentito afflitto dalle paranoie inutili, dalle paure, dai pensieri sbagliati, dall'ansia cosa pensano gli altri su di te? Meditando, pian piano arriverai alla consapevolezza che queste emozioni negative che sorgono dentro di te non sono altro che frutto dalle tue esperienze passate e/o ansia per il futuro, ma non hanno nulla a che fare con la realtà. Per cui, imparerai a vivere davvero il presente, godendo il rapporto con le persone che ti circondano senza pensarci troppo.

TI INSEGNA A PENSARE

Ogni minuto migliaia e migliaia dei pensieri attraversano la nostra testa e prima che ce ne rendiamo conto, essi influenzano il nostro umore e la nostra visione del mondo e di se stessi. La meditazione ti insegna a controllare i pensieri: è normale avere quelli negativi o troppo analitici, l'importante è non identificarsi con essi, ma accettarli cosi come sono. I tuoi pensieri non sono te, e grazie alla meditazione, li saprai riconoscere, controllare e convivervi. 

TI AIUTA A RILASSARTI

Sedersi per 10 minuti al giorno senza muoverti, senza pensare e senza concentrarti e lasciar andare il flusso dei pensieri è uno dei migliori modi per rilassarti. Seppure molti suggeriscono meditare di mattina, appena ti svegli, per me era più piacevole farlo di sera. La meditazione è una pratica molto personale, quindi prova veri modi per farlo per capire quale ti appartiene di più.

VIVI NEL PRESENTE 

Se ci fai caso, i pensieri che riempiono ogni minuto la nostra testa, sopratutto quelli che ci portano ansia o preoccupazioni, sono legato o al passato, o al futuro. Se ci pensi ancora, il momento presente non è poi così brutto, ma ciò che ci fa stare male sono le paure, rimpianti, l'assenza di sicurezza e/o confidenza. E' fondamentale trarre le lezioni dal passato e pensare in avanti, avere le idee chiare per il futuro. Tuttavia, bisogna vivere nel presente, e la meditazione ti aiuta a raggiungere questa consapevolezza.

AIUTA IN MOLTI CAMPI DELLA VITA

Siccome la meditazione è strettamente legata al mindfulness, alla "presenza qui e ora", alla consapevolezza della realtà attorno a te, ti aiuta non solo nella vita personale, ma anche in vari altri campi della vita, come lo studio, il lavoro, lo sviluppo personale e gli hobby. Perché essendo al cento percento presente, ti aiuterà anche a concentrarti meglio e godere di più ciò che fai.

E allora? La mia vita è cambiata in questi 30 giorni?

​No. Ma la meditazione non serve per cambiare la vita, bensì per accettare il presente, vivere nel 'qui ed ora' e eventualmente avere la chiarezza mentale per cambiare qualcosa con le tue mani, non aspettando qualche forza al di fuori che lo faccia per te. 

Sicuramente, mi ha aiutato a trovare pace durante le giornate piene ed infinite, ed essere più buona verso gli altri e verso me stessa.