Discorsi TED che ti aiuteranno a trovare la tua strada.

Sono una grandissima amante dei discorsi TED. Sono in grado di ispirarmi, di dare le risposte a tante domande, ma sono anche perfetti per chi voglia migliorare il loro inglese. Anche quando sto in difficoltà, preferisco rivolgermi ad essi. Perché non sono dei semplici video della gente che parla di vari argomenti - sono una miniera di informazioni utili. Quando ho avuto il solito problema di tutti i ragazzi in loro "twenties", ovvero cosa fare nella vita - questi discorsi sono stati di grande aiuto. E spero, potranno servire anche a voi, se siete indecisi su quale strada percorre. Quindi, mettetevi comodi, accendete il playlist e via verso i cambiamenti! 

(è possibile mettere i sottotitoli in italiano)

Larry Smith: Perché non farete una grande carriera

Tutti vogliono seguire il proprio sogno, ma pochi vogliono lavorare duramente per ottenerlo. Il professore Larry Smith riflette sulle scuse più assurde che ostacolano le persone raggiungere i loro obiettivi e realizzarsi pienamente.

Carol Dweck: La forza del credere di poter migliorare

Carol Dweck studia il potere del pensiero per la crescita psicologica, ovvero un idea che si basa sulla capacità del nostro cervello studiare e risolvere i problemi. In questo discorso, offre di cambiare la nostra visione delle difficoltà: non dire "c'ho riuscito male", ma dire "per ora non h'ho riuscito bene".

Emilie Wapnick: Perché alcuni di noi non hanno un'unica vera vocazione

In questo talk mi identifico tantissimo. Molte persone non sanno rispondere alla domanda "cosa vuoi fare in futuro?" non perché gli mancano gli interessi o passioni, bensì perché ne hanno troppi. La scrittrice e artista Emilie Wapnick incoraggia le persone, attratti dai vari ambiti, no concentrarsi su una cosa sola.

Joachim de Posada: "Non mangiare il marshmallow, non ancora".

Joachim de Posada racconta del famoso sperimento con i marshmallow. I bimbi, che riescono a lasciare i loro piaceri "per dopo", più probabilmente raggiungono i loro obiettivi in futuro. L'autodisciplina - è un fattore determinante del successo nella vita - e questo lo capiscono anche i più piccoli. 

Derek Sivers: Tenetevi per voi i vostri obiettivi

Quando decidiamo di fare qualcosa di grande, o realizzare un sogno grandioso, il nostro primo desiderio è condividerlo con qualcuno. Però, la psicologia ha dimostrato, che parlando con gli altri dei nostri sogni, li fate meno realizzabili. L'imprenditore Derek Sivers consiglia di tenere i vostri piani in segreto. 

Candy Chang: Prima di morire voglio...

L'artista Candy Chang ha trasformato la casa abbandonata in una lavagna gigantesca con una frase non conclusa: "Prima di morire voglio...". Gli abitanti del quartiere l'hanno riempita in un solo giorno: qualcuno voleva piantare un albero, qualcuno - abbracciare la persona che ama oppure cantare davanti ad un milione dei spettatori. Cosa avreste scritto voi? 

Scott Dinsmore: Come trovare un lavoro che amate

Questo talk deve essere visto da coloro i quali si sentono insoddisfatti dal proprio lavoro. Il problema è che la maggior parte delle persone segue la corrente e non cerca di cambiare nulla. Se vi manca la felicità, è il tempo per riflettere: senza che attività non immaginate la vostra vita? 

Amy Purdy: Vivere oltre i limiti

Quando aveva 19 anni, Amy perse entrambe le gambe sotto le ginocchia. Adesso, è una snowboarder professionista e la campionessa del mondo due volte. Amy incoraggia le persone di smettere di prendere le difficoltà della vita come ostacoli insormontabili, e cominciare a sognare e per andare avanti, nonostante tutto. 

David Brooks: Dovreste vivere per il vostro CV ... o per il vostro elogio?

David Brooks parla di due personalità, che convivono dentro di noi: la prima vuole il successo lavorativo, la seconda - l'amore e la pace nell'animo. Il problema è che è difficile trovare l'equilibrio. Si corre sempre il rischio di diventare un prudente carrierista o, al contrario, essere una persona di elevate qualità morali, ma non realizzata.

Dan Ariely: Cosa ci fa apprezzare il lavoro?

Una buona motivazione non sta nel guadagno, bensì nella sensazione che quel che fate ha il senso. L'economista Dan Ariely parla di importanti esperimenti psicologici e di come aiutare ai dipendenti di diventare più felici e più produttivi.