le cose che direi alla me sedicenne

Sembra quasi che ogni blogger, prima o poi, scriva un post del genere. Oppure più di uno. I trentenni scrivono le lettere a loro stessi a vent'anni, e quelli che stanno ancora nei twenties, scrivono le lettere a loro adolescenti. Personalmente, trovo questi post molto interessanti perché, beh, è sempre più facile imparare sugli errori degli altri anziché su quelli propri. Mi incuriosisce anche leggere delle esperienze di altre persone, perché, come dimostra la pratica, facciamo cose diverse, ma spesso raggiungiamo le stesse conclusioni, impariamo le stesse lezioni. Ecco perché ho deciso di scrivere un paio di parole anch'io, alla me sedicenne, perché quel periodo della mia vita è stato uno dei più difficili e avrei voluto che ci fosse qualcuno vicino a me per dirmele.

Abbi pazienza. A cavallo tra i quindici e i sedici anni ti sei trasferita in Italia ed è stato uno dei periodi più difficili della tua vita. So che vuoi tutto e subito, ma rischi di commettere alcuni errori se non accendi la ragione in tempo. Abbi pazienza, perché tutto arriva quando deve arrivare, non devi forzare nulla. Anzi, se arrivi a forzarla, probabilmente la cosa (o la persona) non fa per te. Vivi nel momento, sogna ma sii responsabile delle tue decisioni.
 

Apriti al mondo. Anche alle persone e alle esperienze. Perché un'eccessiva cautela non è sempre a tuo vantaggio. Ti puoi fidare delle persone. 

Sii grata per quello che hai. Non perdere tempo a guardare cosa hanno gli altri e sottolineare cos'è che non hai tu. Non sprecare energie preziose in questo, piuttosto investile nella costruzione di qualcosa di tuo.

Non attaccarti alle persone. E non prendere decisioni basandoti sugli altri, che si parli di come ti devi vestire o se devi trasferirti in un altro paese.

Non vergognarti di esprimerti. E' vero, la gente guarda, parla e giudica; e nel mondo adolescente ogni errore sembra che verrà ricordato per sempre, è vero. Non farti fermare da questo. Esprimiti, se non sei d'accordo, se hai qualcosa da dire e se qualcuno oltrepassa i tuoi confini personali.

Sii più attenta durante le lezioni. That's the nerd one. Stai più attenta, ma non perché devi essere 'migliore di tutti' o avere i voti più alti. Fallo per te, per la tua cultura personale, perché è fondamentale.

 

Non aver paura di chiedere aiuto. Lo so, ti hanno sempre insegnato a fare tutto da sola e, così, hai ottenuto grandi risultati. Però non è umiliante chiedere aiuto. Ciò non vuol dire che sei incapace; è un segno di coraggio.

 

Apprezza le persone che ti stanno a fianco. Davvero, con gli anni vanno solo diminuendo (meglio così). Però le persone che sono sempre there for you sono un tesoro. Apprezzali.


Dream on. So che tu, Anastasia sedicenne, hai appena attraversato lo stress più grande della tua vita, non sai che fare, come comportarti, come guardare la gente e cosa pensare. So che stai iniziando un capitolo nuovo della tua vita e non c'è nessuno al tuo fianco che ti possa guidare. Ma per favore, non smettere mai di sognare in grande. Arriverà un momento in cui qualcuno, o qualcosa, ti farà dubitare se vale la pena sognare; arriverà un momento in cui lo metterai in dubbio tu stessa. Ma ricordati che le grandi cose arrivano solo a chi osa sognare in grande. Non farti influenzare da chi ha una vita mediocre.

Altre cose che avrei voluto sapere a sedici anni.

  • Non eliminare quel blog!!! Tra otto anni sarà la carriera del futuro.
  • Ascolta sempre l'intuizione.
  • Heartbreak non è la fine del mondo.
  • Sì, nella maggior parte dei casi, il primo bacio è un disastro.
  • Quelle ragazze strafighe e super popolari a scuola tra qualche anno verranno dimenticate.
  • Ci sono altri modi per vivere la vita, non solo quella che hanno scelto i tuoi genitori.
  • Tuttavia, a volte, anzi molto spesso, i genitori hanno ragione.
  • E' NORMALE CAMBIARE OPINIONE.
  • Non tutto nella vita si finalizza nel trovare un partner giusto.
  • Matita morbida al posto dell' eyeliner non è una buona idea, soprattutto d'estate.
  • Sei bravissima. Continua così.